Ludoteka

13/12/2016

Tutti i lunedì presso la sala della Comunità dalle 18,00 alle 22,00

per maggiori dettagli vedi il sito

 

1. Scopo del Progetto

Creare uno “spazio giovani” con una forte funzione educativa sotto forma di attività ludiche e culturali.
La Ludoteca ha la funzione di creare aggregazione sociale, specie tra chi fa parte del Circolo Anpsi (e quindi della comunità parrocchiale) e chi invece nè è all’esterno, con lo scopo di recuperare un gravissimo gap generazionale.
Uno degli scopi della Ludoteca è anche far uscire di casa i ragazzi e far sperimentare loro un tipo di gioco non univoco, non individualista e non inglobante come quello che trovano nella consolle o in un videogioco online. Questo naturalmente li spinge ad un arricchente incontro/confronto con gli altri, all’interno di un’ambito educativo normato e vigilato.
La Ludoteca è anche aperta ai giovani degli altri circoli ANSPI, rispetto a cui si può pensare anche a serate a tema e tornei.

2. Attività principali della Ludoteca

Board Game
I giochi da tavolo negli ultimi vent’anni hanno subito una impennata in quanto a qualità grafica e struttura di gioco, basandosi sempre più spesso su serie tv e romanzi hanno creato franchising efficaci e molto attrattivi.
Lontano dai loro antenati quali monopoli o cluedo, hanno dinamiche molto diverse tra loro (esistono giochi collaborativi e altri di tipo competitivo) e tutte contribuiscono a dare un forte input all’immaginazione e alle capacità strategiche dei giocatori.

Role Play Game
I giochi di ruolo, o giochi di interpretazione, sono simili a recite a canovaccio in cui giocatori e narratore creano insieme una storia. Si contraddistinguono per un forte lavoro sull’Ambientazione, spesso storica, e quindi un naturale coinvolgimento dei giocato nella ricostruzione di stili di vita e modalità di approccio molto diversi da quelli che conosce (grecia antica, impero romano, periodo medievale etc etc…).

Se il gioco da tavolo impegna le componenti ludiche dei partecipanti, il gioco di ruolo spinge naturalmente il giocatore a “mettersi in gioco” personalmente nell’interpretazione di Personaggi sempre diversi che devono interagire in forma di dialogo tra loro.

 

Bookcrossing
I Giochi di ruolo, che si ispirano sempre di più a romanzi e trilogie, spingono i partecipanti alla documentazione sui propri personaggi e sulle ambitazioni a loro dedicate, e questo genera naturalmente uno scambio di libri e materiali. Gli stessi giochi di ruolo sono editi sotto forma di manuali.
La recente esplosione della serie “Il Trono di Spade”, per fare un esempio, ha rimpolpato le file dei lettori dei generi storici (in particolare il periodo romano e quello medievale), fantasy (Il Signore degli Anelli, il Trono di Spada etc etc), e di fantascienza (Hunger Games, Divergent etc etc) molto curiosi e interessati alle variazioni sull’argomento.

Cinema
Periodicamente ci si propone di fare “carrellate” di film tematici, magari legati ai giochi utilizzati dai vari gruppi, con eventuale Cineforum.

Tornei/Serate a Tema
La Ludoteca può essere impiegata anche per i tornei dei Card Games più diffusi (Magic, Yughi-Ho etc etc…) e dei Board Games, allo stesso modo si possono organizzare serate in stile “Cena con Delitto” e altre attività.

3. Materiali

Impiegando in un primo tempo i giochi di proprietà dei Referenti, si ritiene di attivare tutte le risorse per autofinanziarsi per acquistare un armadio e diversi giochi da tavolo e di ruolo.

Referenti:

Jari Lanzoni. Autore di romanzi e racconti, ha già pubblicato una trilogia di giochi di ruolo tra il 2008 e il 2013.
Dott.ssa Francesca Benni. Insegnante e Pedagogista, appassionata di Board Games.