La partecipazione alla Messa, sia per il clero che per i fedeli, seguirà le norme di distanziamento sanitario e sarà possibile solo attraverso la registrazione al Portale iscrizioni sul sito www.chiesadibolgna.it. Per la cerimonia l’ingresso in Piazza è consentito dalle ore 14 alle ore 15.30. In serata la festa continua alle 20.30, sempre in Piazza Maggiore, con un grande concerto musicale seguito alle 23 dai fuochi d’artificio. Anche per questo evento è necessario iscriversi tramite il sito internet della diocesi. Ingresso dalle 19.30 alle 20.15. Informazioni sulle iscrizioni, che rimangono aperte fino al 1° ottobre, al  numero 0516480782 (orario 10–12.30).

Il Centro di comunicazione multimediale della diocesi seguirà l’evento con: il settimanale Bologna 7 che domenica prossima avrà al suo interno uno speciale su Padre Marella e sarà offerto in Piazza Maggiore;  il programma televisivo 12Porte e il sito internet. Grazie alla collaborazione con E’Tv, la Messa sarà trasmessa in diretta televisiva sul canale 17 del digitale terrestre, in streaming sul canale YouTube di 12Porte e sul sito www.chiesadibologna.it.

  • Per i giornalisti, con posti limitati, è possibile accreditarsi sempre sul sito della diocesi, sia alla Messa che al Concerto serale.
  • Per i presbiteri: per la Messa di beatificazione delle ore 16 del 4 ottobre in Piazza Maggiore ciascun presbitero dovrà ottenere il biglietto di ingresso facendone richiesta nell’apposita sezione all’interno del sito della Chiesa di Bologna oppure telefonando al numero 0516480782. Entreranno in Basilica da piazza Galvani presentando l’apposito pass. Il Consiglio episcopale, i Vicari pastorali, i Segretari per la Sinodalità, i rappresentanti dei Capitoli della basilica di San Petronio e della cattedrale di San Pietro, i presbiteri che hanno ricevuto il biglietto di invito, sono pregati di trovarsi nella basilica di San Petronio entro le ore 15.30 portando amitto, camice e cingoli personali che indosseranno nella cappella loro riservata e lì riceveranno stola e casula. Ogni presbitero che desidera concelebrare è pregato di portare i paramenti personali con stola di colore bianco cosiddetta del Congresso eucaristico 1997 da indossare presso il posto assegnato a ciascuno. Occorre trovarsi nella basilica di San Petronio entro le ore 15.30. Tutti devono portare con sé il presidio medico della mascherina.

In vista della beatificazione, martedì 29 settembre si terrà nell’arena di Fico a Bologna un incontro con gli insegnanti: parteciperanno il cardinale Matteo Zuppi e il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Stefano Versari. Del modello educativo innovatore del professor Marella, per anni impegnato nella docenza ai Licei «Minghetti» e «Galvani», parlerà ai presenti Mirella D’Ascenzo docente di Storia della pedagogia all’Alma Mater di Bologna. Nei primi quattro giorni di ottobre alcuni totem in città segnaleranno i luoghi significativi della storia di padre Marella e quelli da lui frequentati. Nel pomeriggio del 3 ottobre una camminata organizzata dalle 15 consentirà una visita guidata a questi luoghi. È in allestimento un museo dedicato a padre Marella nell’edificio di via Piana, zona Fiera, dove negli anni ‘40 si trovavano le baracche di molti indigenti e dove il padre utilizzava per le sue attività caritative un vecchio edificio. Nella pagina dell’Ufficio liturgico del sito internet della diocesi si trova del materiale per celebrazioni e momenti di preghiera in preparazione alla beatificazione. Sempre nel sito della diocesi, www.chiesadibologna.it, è possibile accedere a una sezione dedicata a padre Marella con tutte le notizie sulla beatificazione aggiornate in tempo reale.