SETTIMANA DI PREGHIERA PER
L’UNITÀ DEI CRISTIANI
18-25 gennaio

Quel che il Signore esige da noi

(cfr. Michea 6, 6-8)
Quest’anno la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani ci invita a riflettere sull’importantissimo e ben noto testo del profeta Michea: “Quale offerta porteremo al Signore, al Dio Altissimo, quando andremo ad adorarlo? Gradirà il Signore migliaia di montoni e torrenti di olio? Gli daremo in sacrificio i nostri figli, i nostri primogeniti per ricevere il perdono dei nostri peccati? In realtà il Signore ha insegnato agli uomini quel che è bene quel che esige da noi: praticare la giustizia, ricercare la bontà e vivere con umiltà davanti al nostro Dio”, proposto dai Cristiani dell’India, i quali vivono la fede cristiana in un contesto culturale avverso ed ostile a causa della difesa dei poveri contro il sistema delle caste.Questa settimana di preghiera aiuti tutti i cristiani: a camminare umilmente con Dio nella radicalità della Fede; a camminare in solidarietà con coloro che lottano per la giustizia e la pace; a condividere la sofferenza di tutti, attraverso l’attenzione, la cura e il sostegno verso i bisognosi, i poveri e gli emarginati; a camminare oltre le barriere, l’odio, il razzismo e il nazionalismo che dividono e uccidono l’amore di Cristo.

 

leggi il documento

 

Inoltre si comunica che il 18 gennaio ore 21 alla chiesa Avventista in via Zanardi 181/10 ci sarà la veglia ecumenica dei giovani, nell’ambito della settimana ecumenica della diocesi di Bologna.

Per maggiori approfondimenti puoi andare alla pagine del Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso [link]